Cefalunews

Queste 100 lire del 1954 valgono 3.000 euro. Ecco come riconoscerle

Per 36 anni dal 1954 al 1989 in Italia la Zecca di Roma ha coniato milioni di monete da 100 lire del 1° tipo Minerva. Tutte monete il cui valore oggi varia da pochi centesimi ad alcune centinaia di euro. Tutte tranne una moneta da 100 lire che è stata coniata nel 1954 come prova e di cui non si conosce il numero di monte coniate. Questa moneta oggi se Fdc vale oltre 3.000 euro, se BB 300 euro e se sul 850 euro.

La moneta Minerva del 1° tipo nel dritto porta la dea Minerva che protende la destra verso un albero di alloro e regge con la sinistra una lancia. A destra segno di zecca (R), a sinistra indicazione del valore (L. 100). Nell’altro verso questa moneta riporta una testa volta a sinistra con capo adornato di alloro. in alto la dizione “Repubblica italia” e in esergo l’iscrizione degli autori Romagnoli-Giampaoli.

La moneta prova del 1954 delle 100 lire ha quindi un valore elevato. Trovarla non è facile ma certo nemmeno impossibile.

L’anno dopo nel 1955 è iniziato il conio della moneta da 100 lire che è andata in circolazione. Se trovate una moneta da 100 lire del 1955 Fdc il suo valore si aggira intorno al migliaio di euro. La stessa moneta se BB vede il suo valore scendere a pochi euro. E’ invece pagata 150 euro se in condizioni Spl.

Queste 100 lire del 1954 valgono 3.000 euro

Buone le quotazioni della moneta da 100 lire coniata fra il 1956 e il 1962. Queste monete se in condizione Fdc variano fra 200 e 500 euro. Se Spl il valore via fra fra 20 e 100 euro. Se invece la moneta è BB il suo valore è dipocchisimi euro fatta eccezione per quella del 1961 il cui valore è di circa 20 euro. Da considerare che in questi anni sono state coniate che in questi anni sono state coniate oltre 300.000 di monete da 100 lire.