Lascari: il primo Consiglio comunale rinviato al 2 Novembre. Una nota dell’Opposizione

Il Presidente del Consiglio comunale uscente, Vincenzo Morreale, ha convocato il Consiglio Comunale per il giorno 02 Novembre 2020 alle ore 21:00.
Era stato convocato per il 20 ottobre ma per motivi “tecnici” (pare legati alle procedure di notifica tramite posta elettronica)  è stato rinviato.
La seduta si svolgerà a porte chiuse ma sarà garantita una diretta streaming sulla pagina Facebook – Comunicati ufficiali del Comune di Lascari.
Sul rinvio una nota di Città Viva, gruppo di Opposizione: “Ieri sera in Consiglio comunale abbiamo sollevato una irregolarità nelle modalità di notifica ai consiglieri dell’ordine del giorno avvenuta in maniera non conforme a quelle previste dalla legge e dal regolamento. Il gruppo di maggioranza, resosi conto che gli atti eventualmente deliberati in consiglio potevano essere impugnati e quindi annullati, ha ritenuto opportuno non procedere nei lavori e andare ad una nuova convocazione del consiglio. Di fronte ai fatti così semplicemente riassunti è, da parte nostra, inaccettabile l’accusa di “irresponsabilità” che ci proviene dal Sindaco. Caro signor Sindaco, si è irresponsabili se si chiede l’osservanza delle leggi e il rispetto delle procedure e dei regolamenti? La responsabilità di quanto successo non può essere addebitata a chi fa rilevare l’irregolarità bensì alla presidenza del consiglio che ha il dovere istituzionale di garantire la regolarità dei lavori del consiglio comunale sin dalla predisposizione degli atti e dalla notifica dell’avviso di convocazione e dell’ordine del giorno”.
Il Consiglio Comunale eletto nella consultazione elettorale del 04 e 05 Ottobre 2020 si riunirà
per trattare i seguenti argomenti:
1.Giuramento dei Consiglieri proclamati eletti;
2.Nomina scrutatori;
3.Esame delle condizioni di eleggibilità – ex art. 9, l.r. n. 31/1986 – nonché di candidabilità ex art.
10, D.lgs. n. 235/2012 – Convalida dei Consiglieri eletti;
4.Surroga eventuale dei Consiglieri e verifica delle medesime condizioni di eleggibilità e
candidabilità di cui al punto 3 o.d.g. in capo ai subentranti – Giuramento e convalida;
5.Esame eventuali ipotesi di incompatibilità ai sensi degli artt. 10 e 11, l.r. n. 31/1986 con eventuale
avvio procedura finalizzata alla decadenza, ex art. 14, l.r. n. 31/1986;
6.Elezione del Presidente del Consiglio Comunale;
7.Elezione del Vice Presidente del Consiglio Comunale;
8.Giuramento del Sindaco neo eletto.
Per l’espletamento dei lavori consiliari trovano applicazione le disposizioni di cui all’art. 30 della
L.R. 06/03/1986, n°9 così come sostituito dall’art. 21 della L.R. 01/09/1993, n°26.