I fagioli possono sostituire la carne? La risposta della medicina

I fagioli possono sostituire la carne? La fondazione Veronesi sostiene che le proteine animali non sono così necessarie al buon funzionamento dell’organismo umano. Per stare bene è necessario consumare proteine nella quantità giusta ogni giorno, senza che queste siano forzatamente di origine animale. Sostituendo le proteine vegetali alle proteine animali, inoltre, si riduce moltissimo l’assunzione di grassi saturi e colesterolo. Ecco perché le proteine dei fagioli possono sostituire quelle della carne. Inoltre i fagioli secchi richiedono un ammollo prima della cottura che, insieme all’acqua utilizzata per la cottura, ne aumenta il volume, contrariamente alla carne che invece perse peso in cottura. Infine, è bene sapere che a parità di peso iniziale le proteine dei legumi sono molto più sazianti e meno caloriche.

Quali cibi possono sostituire la carne? Per la fondazione Veronesi si possono mangiare piselli, lenticchie, fave, fagioli e soia. In altre parole si possono mangiare tutti i legumi e anche la frutta secca. Fra le fonti di proteine troviamo i lupini che in  100 grammi cotti contengono 17,6 grammi di proteine. Le fave che, a secondo se crude o cotte, vedono variare la quantità di proteine fra 5,2 e 6,1 grammi. I ceci secchi che vedono la presenza di ben 20,9 di proteine che scendono a 7 grammi nel prodotto cotto. Le lenticchie secche che contengono 22,7 grammi di proteine ogni 100 grammi che scendono a 7 nel prodotto cotto. 

Quali rischi corre chi mangia la carne? Gli epidemiologi concordano sul fatto che coloro che mangiano carni rosse e lavorate corrono seri rischi di sviluppare patologie come diabete, infarto e problemi cardiovascolari, obesità e cancro. Il sito dell’Associazione della fondazione per al ricerca sul cancro sostiene che un consumo eccessivo di carni rosse e lavorate, come i salumi, aumenta il rischio di sviluppare alcuni tumori in modo proporzionale alla quantità e frequenza dei consumi. E’ ritenuto accettabile solo un consumo modesto di carne rossa, non di salumi. Riguardo ai tumori il rischio è per quelli dell’apparato gastro-intestinale, come il cancro al colon-retto e stomaco.

Quali sono i benefici dei fagioli? I fagioli abbassano il colesterolo, diminuiscono l’insorgere delle patologie cardiovascolari, prevengono il diabete, prevengono l’anemia megaloblastica ma anche in gravi malformazioni fetali. Mangiare fagioli previene il cancro al colon, aiuta nella protezione delle cellule dallo stress ossidativo e favorisce il metabolismo energetico. I fagioli sono anche una buona fonte di potassio che aiuta nel controllo della pressione sanguigna, nella salute cardiaca e nella trasmissione nervosa. Attenzione ai baccelli di fagiolo perché potrebbero avere proprietà diuretiche e antidiabetiche. I fagioli fanno bene a che al viso e alla pelle grazie anche a maschere scrub veloci e idratanti.

Come si cucinano i fagioli secchi? I fagioli secchi vanno ammorbati prima di essere cucinati. Per questo vanno messi in ammollo in acqua fresca per 8-12 ore. Trascorso questo tempo si scolano per essere trasferiti in una pentola dove vengono coperti di acqua fredda. Per una ottima bollitura bisogna portare a bollore la pentola, unendo erbe aromatiche racchiuse in una garza ed eventualmente altra acqua calda durante la cottura. Il sale va aggiunto solo alla fine. I fagioli vanno cotti per 1 o 2 ore a seconda dell’età e della varietà. I fagioli più sono vecchi più tempo impiegano per cuocere.