Licata, trovato un cadavere sulla spiaggia. Legami con i tre sub?

GUARDIA COSTIERA-CAPITANERIA DI PORTO DI ROMA RIPRESE IN MARE APERTO DELLE MOTOVEDETTE DI STANZA A FIUMICINO A SUPPORTO DEL PATTUGLIATORE CP906 "CORSI" NAVE UTILIZZATA PER LA SORVEGLIANZA DELLE COSTE DEL TERRITORIO NAZIONALE. ALCUNI MOMENTI A BORDO E USCITA DAL COMANDO DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI ROMA FIUMICINO

Il cadavere di un uomo è stato ritrovato sugli scogli di Licata. Non si conosce l’identità. Eì stato trasportato all’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata, per le ispezioni che potranno chiarire i motivi della morte e da quanto tempo il corpo si trova in acqua.

Al momento sono diverse le ipotesi sul ritrovamento. Potrebbe avere legami con i tre sub ritrovati a Termini, Cefalù e Tusa. Su questa vicenda indagano quattro procure che hanno collegato ai tre sub anche  i ritrovamenti di ingenti dosi di droga sulle spiagge.

Fra le altre ipotesi sul cadavere ritrovato a Licata anche quella che lo vorrebbe uno dei giovani migranti tra i tanti morti la scorsa estate nelle acque italiane.