Cefalunews

Vara: l’imprenditore che porta la prima fabbrica sulle basse Madonie

Forse non tutti sanno che Giuseppe Vara, da tutti chiamato “Piddu”, è stato l’imprenditore che ha portato la prima fabbrica sulle basse Madonie.  Primogenito di Onofrio e donna Carmela Fustaneo, Giuseppe Vara nasce a Collesano il 22 marzo 1924. Il papà Onofrio dotato di talento imprenditoriale nel 1944 ottiene in tutta l’area delle Madonie la concessione per lo sfruttamento di boschi di proprietà demaniali. Nasce la società “Onofrio Vara & C industria boschiva” composta dalla famiglia Vara ed alcuni amici, una società che estraeva dai boschi carbone destinato alle carceri, agli ospedali, ai comuni.

Nel periodo della decortica dei boschi dentro e fuori la fabbrica vi lavorano più di 100 persone. Il combustibile estratto viene trasportato con un camion. Tale concessione dura 8 anni. Nel 1948 Onofrio costituisce la società boschiva ed autotrasporti “Onofrio Vara & figli”. Erano gli anni del dopoguerra ed il carbone come fonte di calore viene sostituito dal gas. Papà Onofrio intuisce subito il cambiamento e chiede la concessione per la fornitura di bombole in diverse zone della provincia di Palermo. Acquista un terreno accanto allo scalo ferroviario di Lascari, di proprietà della famiglia cefaludese Valenziano che era emigrata in America . L’attività del gas durò poco ed Onofrio grazie alle direttive di un amico riesce ad acquistare un bosco a Carboneta , territorio dei Nebrodi (zona Caronia), di proprietà della baronessa Bordonaro. Le ingenti quantità di sughero estratte dal bosco vengono spedite in molte città del nord Italia. I Vara installano a Lascari il 1° mulino per la macina del sughero. Il granulato ottenuto viene spedito dallo scalo di Lascari alle industrie del Nord e richiesto anche dall’estero, dalla Svizzera, Francia e Germania. Nell’ottobre del 1951 Piddu Vara sposa una bellissima ragazza di Collesano Pina Peri e dalla loro unione nascono 3 figli: Onofrio detto Nuccio, Carmela e Lidia. Dopo pochi anni dalla nascita dell’ultimogenita Piddu e Pina per motivi logistici sentono la necessità di lasciare il loro paese e Piddu affascinato dalle bellezze di Cefalù si trasferisce nella cittadina normanna. Nel frattempo il sugherificio di Lascari grazie all’abilità di papà Onofrio, di Piddu e dei fratelli s’ingrandisce sempre di più. Vengono costruiti capannoni dove si producono: turaccioli, solette, pannelli isolanti..

Il sugherificio Vara fu la prima fabbrica nel litorale che dal Monte San Calogero giunge fino a Cefalù. La lavorazione del sughero finisce negli anni ’90 e Piddu continua la commercializzazione della decorticazione e vendita del grezzo ad altri sugherifici. Oggi Piddu, alla veneranda età di 95 anni orgogliosamente fiero di essere Cefaludese anche se d’adozione, è ancora una mente brillante e continua a mantenere i contatti con vari imprenditori dei sugherifici sparsi in tutta Italia. E’ ancora un punto di riferimento per la sua famiglia, orgoglioso del figlio Nuccio, giornalista della Rai in pensione ed attualmente direttore della rivista dell’Arcidiocesi di Palermo il “Poliedro”, delle figlie Carmela e Lidia, dei 7 nipoti e dei 2 pronipoti: Salvatore ed Andrea.

Onofrio Vara e la moglie Carmela Fustaneo genitori di Piddu
1942 Piddu con il suo camion con cui trasporta legname
1942 Piddu Vara 1° in alto a dx con alcuni compagnio in divisa
1945 Piddu Vara con la sua macchina una Fiat A 500
1948 Piddu Vara sopra al tettuccio al centro con alcuni amici
1949 Piddu Vara e la sua fidanzata Pina
1950 Piddu Vara con la fidanzata Pina Peri
1951 matrimonio Piddu e Pina Vara
1951 Piddu V ara sposa Pina Peri
1951 Piddu Vara sposa Pina Peri
1951 Piddu e Pina Vara in viaggio di nozze a Roma
1954 una montagna di sughero nel sugherificio Vara
1955 operai della ditta Vara che effettuano la decortizzazione nel bosco
1958 nonno Onofrio con i figli di Piddu: Carmela e Nuccio
1962 il giovane Nuccio Vara con i nonni e lo zio Saro fratello di Piddu
1966 Roma- Piddu incontra la sua maestra d asilo -Rosetta Borgese- che lo riconosce subito dopo tanti anni
1980 Onofrio Vara con alcuni dei suoi dipendenti
1966 Piddu Vara con in mano la piccola Lidia – con il giubbino di lana nero Nino Vaccarella vincitore della Targa Florio
Onofrio e Carmela Vara con la nuora Pina moglie di Piddu
1967 Pina Peri Vara con li figlioletto Nuccio ed una cugina
Sugherificio Vara
1995 Piddu con i 7 nipoti
2019 Piddu festeggia il suo 95° compleanno
2019 Piddu Vara