Cefalunews

Un appello dal comitato popolare per il territorio madonita

Si è costituito a Castelbuono, presso l’aula consiliare, il “Comitato popolare per la salvaguardia del territorio Madonita”. E’ formato da associazioni no profit, movimenti civici e singoli cittadini. A darne notizia è il movimento “Svolta Popolare per Castelbuono” che, facendosi interprete del disagio manifestato da diversi cittadini, agricoltori ed associazioni, ha inteso prendere l’iniziativa di organizzare un incontro per dare vita ad un Comitato spontaneo e rappresentativo che si assuma il compito di organizzare e coordinare una mobilitazione dei cittadini del Parco delle Madonie per l’emergenza cinghiali, daini ed altre problematiche ambientali. «Il comitato – si legge in un comunicato – interverrà in merito ai fallimenti ormai preoccupanti della politica ambientale, per capire, una volta per tutte, di chi sono le responsabilita, chi deve pagare i numerossissimi danni subiti e per dare voce e difendere anche con azioni legali i cittadini, ed istituendo la Comunità delle Madonie». Presidente del comitato è Vincenzo Allegra. Una sessantina le adesioni. All’incontro che ha istituito il comitato era presente il sindaco di Castelbuono, Antonio Tumminello, che ha dato la sua adesione. «Il primo cittadino – continua il comunicato – ha condiviso la proposta dell’Assemblea di concertare al piu presto un Consiglio Comunale aperto invitando i Consigli Comunali e i Sindaci dei Comuni del Parco, le istituzioni ed il Governo Regionale affinchè assumano posizioni precise». Nei prossimi mesi sarà realizzata la prima Assemblea generale degli aderenti al “Comitato popolare per la salvaguardia del territorio Madonita”. «Il comitato resterà aperto – si legge ancora nel comunicato – ogni martedi dalle ore 21, in via Roma n. 27 . Al fine di mettere a punto una strategia e delle proposte concrete, invitiamo tutti coloro che hanno a cuore questa problematica ad essere presenti ed iscriversi al comitato madonita. Vi informeremo dei prossimi appuntamenti ed iniziative in merito. Per eventuali iscrizioni /comunicazioni  mail –  com.popolare@libero.it».